Il termine “Wunderkammer” (in italiano “camera delle meraviglie” o “gabinetto delle curiosità”) indica particolari ambienti che, a partire dal Rinascimento, vengono allestiti per conservare oggetti considerati straordinari per le loro caratteristiche, o per le loro qualità estetiche. Si trattava di luoghi fantastici, dove l’osservatore poteva percepire la varietà, e la straordiniarietà, del mondo naturale, ma anche l’ingegno dell’intelletto umano: vi trovavano spazio reperti del mondo animale, vegetale, manufatti dell’uomo, e invenzioni ingegnose.

Uova di struzzo, coralli, cammei, reperti fossili, pietre preziose, minerali, conchiglie, zanne d’elefante, animali impagliati, strumenti scientifici: tutto ciò che poteva dunque suscitare “meraviglia” nell’osservatore, ma anche stimolarne la curiosità e l'intelletto. Tra le Wunderkammer più famose si ricorda quella di Rodolfo II d’Asburgo (1552-1612), quella della famiglia de’ Medici a Firenza, e quella milanese di Manfredo Settala (1600-1680). Le creazioni di Charmsforpals si rifanno, idealmente, a questa nobile tradizione, in quanto combinano, con spirito da collezionismo, elementi e riferimenti nelle proprie creazioni: animali, fiori, cristalli, piccole sculture bronzee, uova di struzzo, e altro ancora.